Allergie primaverili: come la Natura può aiutarci

Ecco alcuni rimedi per prevenire e alleviare i sintomi

Quanti di noi soffrono o hanno mai sofferto di allergie stagionali?
Per noi è stato un vero shock scoprire che circa 20 milioni di italiani hanno di questi disturbi e tra loro ci sono 1 milione e 200 mila bambini.

Starnuti, congestione nasale, occhi rossi che lacrimano, prurito alla gola sono solo alcuni dei fastidiosissimi sintomi che spesso ci fanno barricare dentro casa in Primavera, quando le passeggiate in natura e i pic nic dovrebbero allietare le nostre domeniche.

Per ovviare a questi disturbi, la maggior parte di noi compra antistaminici in quantità industriali e si imbottisce di cortisone ogni volta che è costretto a uscire di casa. Oppure ricorre ai vaccini che però risultano sempre molto cari e di difficile e lunga somministrazione.

Ma a cosa sono dovuti questi sintomi?
La reazione allergica si produce quando il sistema immunitario reagisce alla presenza di sostanze considerate pericolose per l’organismo.
Si tratta di un meccanismo di autodifesa che porta alla produzione di istamina, una molecola che, tra le altre cose, funge da mediatore dell’infiammazione e delle risposte allergiche.

______________________________________________________________________________

I Nemici

Pochissimi di noi sanno che esistono dei cibi che favoriscono la produzione di istamina e che, quindi, i sintomi delle allergie stagionali possono in qualche modo essere prevenuti riducendo il consumo di questi cibi.

L’esempio più caratteristico di cibo ricco di istamina, al punto da scatenare problemi a chi lo assume, è quello del pesce conservato troppo a lungo e/o in maniera sbagliata, tra questi tonno, sgombro, alici, sardine e aringhe.

Altri cibi contenenti istamina in grandi quantità sono i latticini, cibi e bevande fermentati (es. birra, vino, alcol, lievito, crauti ecc), spinaci, pomodori, specie se in scatola.

Inoltre esistono dei prodotti definiti istamino-liberatori, che non contengono la molecola ma ne favoriscono il rilascio da parte dell’organismo. Tra questi cioccolato, banane, uova, papaya, fragole, pesce e frutti di mare.

Gli Amici

Oltre a modificare la dieta nei mesi primaverili, possiamo avvalerci di validi rimedi che la natura ci offre per attenuare i sintomi delle allergie.
Eccone un breve elenco:

  • Che ci crediate o no mangiare cibi piccanti o riccamente speziati aiuta a liberare le vie respiratorie: peperoncino di Cayenna, Zenzero, Curcuma e Senape sono solo alcuni esempi.
  • L’aceto di mele ha l’incredibile capacità di ridurre la secrezione di muco. Il consiglio è quello di mischiare un cucchiaio di aceto di mele con un cucchiaio di succo di limone spremuto e mezzo cucchiaino di miele. Bevuto per tre giorni farà una grande differenza.
  • Tra le erbe aromatiche e le piante officinali in grado di ridurre il rilascio di istamina, troviamo lo zenzero, la camomilla, l’echinacea, il basilico, il finocchio, l’aglio e la radice di liquirizia.
  • Straordinaria è anche l’azione della Vitamina C che, tra le altre cose, rafforza il sistema immunitario. Fare il pieno di spremute di agrumi e consumare le bacche del Ribes nigrum (ormai ampiamente coltivato a scopi terapeutici) migliora notevolmente le nostre giornate di Primavera.
  • Considerati antistaminici naturali pure il tè verde, il tè rosso africano e l’ortica, assunta sotto forma di decotto o in capsule facilmente reperibili nelle erboristerie.

Quindi perché rinunciare alle passeggiate domenicali o ai pic nic in famiglia? Parlatene con il vostro medico, sarà sicuramente in grado di consigliarvi, in aggiunta ai rimedi classici, la terapia naturale più adatta a voi.

Walk Nature

administrator

Walk in Nature é uno stile di vita, una filosofia, un modo di vedere e percepire la natura, è voglia di sentirsi parte di essa, di conoscere i segreti che custodisce e le sorprese che riserva.